Contributi

Contributi per realizzazione interventi per la sicurezza delle case di abitazione
Pubblicato il BANDO - presentazione domande al Comune di residenza dal 1° settembre 2017 al 31 ottobre 2017

Iniziativa realizzata con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia 

Servizio Affari Istituzionali e Locali, Polizia Locale e Sicurezza

A V V I S O

Il Programma regionale di finanziamento in materia di politiche di sicurezza per l’anno 2017 approvato con Delibera della Giunta Regionale n. 1097 del 16/06/2017 prevede i finanziamenti per la realizzazione degli interventi previsti dall’art. 4, comma 2, lettera e) della L.R. 9/2009 per l’installazione di sistemi di sicurezza presso case ed abitazioni private.

Tali contributi, che verranno erogati per i richiedenti residenti nei Comuni di Artegna, Bordano, Montenars, Trasaghis e Venzone dall'U.T.I. del Gemonese, saranno destinati al rimborso delle spese sostenute, ossia pagate, dal 1° giugno al 31 ottobre 2017 dalle persone fisiche che ne faranno richiesta inoltrando domanda al Comune di residenza dal 1° settembre 2017 al 31 ottobre 2017.

La spesa massima ammissibile è pari a € 3.000,00 (iva inclusa); non sono finanziabili interventi per spese inferiori a € 1.000,00 (iva inclusa). Il contributo massimo concedibile è pari al 50% della spesa sostenuta e quindi non può essere superiore a € 1.500,00 (iva inclusa) e inferiore a € 500,00 (iva inclusa).

Le domande possono essere presentate dalle persone fisiche che al momento della presentazione della domanda siano:

-       residenti da almeno 24 mesi in via continuativa nella Regione Friuli Venezia Giulia;

-       residenti in uno dei Comuni aderenti all’Unione;

-        proprietari dell’immobile o della porzione di esso, adibiti a residenza del nucleo familiare del richiedente, sul quale realizzare l’intervento.

Le domande devono essere presentate, secondo le indicazioni del BANDO e contenute nei siti web dei Comuni di ARTEGNA, BORDANO, MONTENARS, TRASAGHIS e VENZONE, utilizzando i moduli per la presentazione delle domande.

Non è previsto un limite massimo di ISEE, ma dovrà essere presentato solo ai fini della formazione della graduatoria.

I procedimenti previsti per l’erogazione dei suddetti contributi sono a carico dell’U.T.I. del Gemonese.

Per ulteriori informazioni:

Area tecnica U.T.I. del Gemonese 0432-971160 int. 34

Approfondimenti sui contributi sul sito della Regione

Allegati:

BANDO 

MODELLO DELLA DOMANDA (da presentare in Comune)

bando e modello domanda 

Contributi per lo svolgimento di attività culturali, turistiche, sportive

Questa Amministrazione può concedere sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari ed attribuire vantaggi economici solo per iniziative previste dal DL 18 agosto 2000, n. 267 ad Associazioni, Istituzioni pubbliche e private,  Enti pubblici e privati,  persone,  nel limite degli importi specifici stanziati annualmente nel proprio Bilancio, al fine di incentivare l'azione di promozione e diffusione della storia, della solidarietà, della cultura, dell'attività turistica, dell'attività dilettantistica sportiva, dell'impiego del tempo libero,  e di valorizzazione nelle sue peculiarità del territorio.

Al fine di consentire una corretta programmazione degli interventi sulla base delle disponibilità di bilancio, le domande, corredate dalla documentazione richiesta, dovranno pervenire, di norma entro il 30 APRILE DI OGNI ANNO.

In sede di prima applicazione del regolamento (approvato in via definitiva con delibera dell'Assemblea n. 18 del 31 maggio 2017), il termine previsto all’art. 5 viene fissato al 30 giugno 2017.

Contributi finalizzati a ridurre la frammentazione della proprietà agricola e forestale

Ricordato che l’art. 3 della Legge regionale 7 febbraio 1992 n. 8 prevede che possono essere concessi sussidi a copertura delle spese notarili, fiscali e professionali, che siano documentate e ritenute ammissibili, connesse ad operazioni di permuta e compravendita di fondi agricoli e forestali, purchè ricadenti nelle zone non specificatamente destinate all'edificazione o a servizi dagli strumenti urbanistici di qualsiasi tipo o grado, ai proprietari residenti nei Comuni compresi nell'elenco di cui alla direttiva CEE del Consiglio , del 28 aprile e s.m.i., questa Amministrazione con deliberazione di Assemblea dei Sindaci n. 19 adottata nella seduta del 31 maggio 2017, ha approvato il Regolamento per la concessione di sussidi  finalizzati a ridurre la frammentazione della proprietà agricola e forestale.

Le domande di contributo, redatte su apposito modello e corredate della documentazione necessaria vanno presentate a questa Unione entro il 28 febbraio di ogni anno.

In fase di prima applicazione, essendo questa Unione subentrata alla ex Comunità Montana del Gemonese, Canal del Ferro e Val Canale secondo il Piano di subentro, sono accolte, se in regola con la documentazione richiesta, le domande degli aventi diritto come individuati all'art. 1 del regolamento, pervenute entro il 28 febbraio 2016 e non istruite dalla soppressa Comunità Montana.

Elenco dei soggetti beneficiari degli atti di concessione sovvenzioni, contributi, ecc.