Fatturazione Elettronica

In ottemperanza al Decreto Ministeriale n. 55 del 03 aprile 2013, L'Ente a decorrere dal  31 marzo 2015, non può più accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato di cui all’allegato A “Formato della fattura elettronica” del citato DM n. 55/2013.

L’art. 3 comma 1 del DM 55/2013 impone alle pubbliche amministrazioni destinatarie di fatture elettroniche di individuare i propri uffici deputati alla ricezione di dette fatture, inserendone l’anagrafica nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA). L’IPA provvede quindi ad assegnare un codice univoco a ciascuno degli uffici e a renderlo pubblico tramite il proprio sito www.indicepa.gov.it.

Come indicato dall’art. 3, comma 2, del DM 55, il codice univoco assegnato dall’IPA è uno dei dati da riportare obbligatoriamente in ogni fattura elettronica emessa nei confronti della pubblica amministrazione, in quanto consente al Sistema di Interscambio (Sdi), gestito dall’Agenzia delle Entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all’ufficio destinatario. Le regole tecniche di cui all’Allegato B al DM 55 e le relative specifiche tecniche del Sistema di Interscambio, pubblicate sul sito www.fatturapa.gov.it, chiariscono che in assenza del codice univoco la fattura viene rifiutata dal Sistema di Interscambio.

Quanto sopra premesso, si comunica il Codice Univoco Ufficio della scrivente Amministrazione al quale dovranno essere indirizzate, a far data dal 31 marzo 2015, le fatture elettroniche:

UF88MT

Il “Codice Univoco Ufficio” deve essere inserito obbligatoriamente nell’elemento del tracciato della fattura elettronica denominato “Codice Destinatario”.

Link codice IPA Unione Territoriale Intercomunale del Gemonese